Africa e derivati. Riciclare creativamente dopo l’uso

 

Questo progetto è stato finalizzato alla sensibilizzazione di un gruppo di immigrati di area africana (Nigeria, Mali, Ruanda, Camerun, Senegal, Ghana) sulle tematiche della gestione del ciclo dei rifiuti. Il coinvolgimento delle comunità di immigrati intorno a questa tematica non è stato immediato, ciononostante si è progressivamente rivelato interessante e proficuo, tanto che alcuni dei partecipanti al percorso hanno effettuato dei tentativi di avviare delle iniziative nelle rispettive aree di origine, cominciando a raccogliere informazioni su quanto già presente ed a mettere a punto delle ipotesi progettuali. Un tentativo non facile, come testimoniano gli ostacoli incontrati e gli esiti cui si è inizialmente pervenuti.

 

Tappe del percorso

2011

È stato avviato un ciclo di incontri che consentisse ai partecipanti di entrare direttamente in contatto con la tematica effettuando delle visite guidate alle principali strutture che, nel territorio circostante, si occupano di riciclo:

  • il termovalorizzatore che trasforma la spazzatura indifferenziata in energia elettrica;
  • l’impianto deputato al recupero e alla trasformazione del materiale organico in fertilizzante per il terreno agricolo;
  • la struttura che si occupa si selezionare e separare i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata distinguendo primariamente vetro, plastica e lattine;
  • l’impianto di seconda selezione e recupero specializzato di carta e cartone;
  • l’impianto di depurazione.

Nel corso di tali incontri, si è registrata una partecipazione motivata ed attenta da parte di un gruppo selezionato di immigrati africani, che partecipavano al percorso in rappresentanza delle rispettive associazioni. L‘interesse dei partecipanti è venuto costantemente in luce, facendo emergere interessi latenti e sensibilità potenziali, hanno preso forma intuizioni che dapprima erano rimaste inascoltate o che erano state solo blandamente intraviste e sono riaffiorate idee che erano state accantonate per l’assenza di un contesto adeguato ad accoglierle, tanto che ci sembra ora lecito affermare che il bersaglio era tutt’altro che sbagliato; molto probabilmente si celava dietro ad una cortina di altre necessità e percezioni, prepotentemente disposto a rendersi visibile non appena si fossero create le condizioni adeguate. In realtà, sarebbe stato piuttosto improprio fermarsi alla reazione originaria di disinteresse: la questione ambientale è di così forte e drammatica pregnanza per tutto il continente africano che non può non coinvolgere i suoi membri emigrati non appena si presenti loro una valida ed attendibile occasione.

Al termine della serie di incontri è stato effettuato un convegno dal titolo “Africa e derivati. Riciclare creativamente dopo l’uso” (scarica qui il programma dettagliato), organizzato con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell’Università di Padova, dell’Erasmus Mundus Master on Sustainable Territorial Development e dell’associazione COSPE.

2012

[

Sempre con il sostegno di AcegasAps, la tematica del riciclo viene mantenuta nell’anno successivo ed è stato ipotizzato un ulteriore percorso di sensibilizzazione sul tema della gestione dei rifiuti.

È stato, pertanto, costituito un gruppo di immigrati in rappresentanza delle diverse aree del continente africano che sono significativamente presenti nel territorio di Padova e con essi è stato effettuato un percorso formativo e un ciclo di incontri formativi “Nuovi cittadini e tutela dell’ambiente” (scarica qui il programma) per sviluppare ulteriori attività di sensibilizzazione con le rispettive comunità. Al termine del percorso, alcuni componenti del gruppo hanno organizzato degli incontri informativi (incontri con la comunità nigeriana, francofona, marocchina) nei quali vengono fornite tutte le indicazioni relative alle diverse modalità di organizzazione della raccolta differenziata nel territorio padovano, così da promuoverne lo sviluppo.

Una tappa ulteriore di questo percorso di sensibilizzazione è stata la creazione, all’interno dell’ottava edizione della rassegna delle cinematografie africane (un link sulla pagina “Rassegne”) organizzata nell’ambito di ImmaginAfrica, di una sezione specificamente dedicata al tema del ciclo dei rifiuti ed articolata con un ciclo di proiezioni video (pagina “film”) ed un dibattito pubblico (pagina “Incontri pubblici).

Nell’ambito del 14° Waste Management and Landifill Symposium, che si è svolto a Cagliari dal 30 settembre al 4 ottobre 2013 (www.sardyniasimposium.it) il gruppo di ricerca ha presentato una relazione su quanto effettuato ed il lavoro ha ricevuto, in quella sede, il premio per il miglior progetto relativo al problema della gestione dei rifiuti nei paesi in via di sviluppo.

Partecipanti

2011
Michele Fassina e Musie Festai
Associazione Immigrati Extracomunitari 

Jolly Oluwole, Akinloye Tinuoye, Oladele Kolawole
Associazione nigeriana Egbe Omo Yoruba

Henry Opara
Associazione nigeriana Nzuko Ndi Igbo

Belco Touré
Associazione maliana AMAVE

Kehi Carmelle Grace
Associazione delle donne dell’africa francofona Ebene

Constantin Musabimana
Associazione ruandese APAPGL

Justin Magloire Mbouna
Associazione camerunese ASCAP

Mandiaye Goumbala e Adama Dion
Associazione senegalese ASCAN

Martin Agbanga
Associzione ghanese COGNAI

Judith Koucho
il Master in Sustainable Territorial Development (Università di Padova)

Sara Miotto
l’O.N.G. COSPE, Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti

2012
Fredrick Onyeali (Nigeria)

Victor Jolly Oluwole (Nigeria)

Stella Ogbomo Usunobun (Nigeria)
Commissione per la Rappresentanza delle Cittadine e dei Cittadini Stranieri Residenti a Padova

Camara Ibrahima Ben Makhtar (Senegal)

Elysée Zemagho (Camerun)
Associazione ASCAP

Kossiwa Agbogoudou (Togo)
Associazione Ebène

Mituku Ngama Maole (Repubblica Democratica del Congo)
APAPGL

Nadia Ouichouani (Marocco)

Justin Magloire Mbouna (Camerun)
ASCAP

Khadija Hajjine (Marocco)

Chaibia Elafti (Marocco)

Matthew Ogaraku Achinieke (Nigeria)
Commissione per la Rappresentanza delle Cittadine e dei Cittadini Stranieri Residenti a Padova

Brahim Azakay (Marocco)
Commissione per la Rappresentanza delle Cittadine e dei Cittadini Stranieri Residenti a Padova

Collaboratori

AcegasAps

Dipartimento di Ingegneria Ambientale (DIA)  dell’Università degli Studi di Padova

Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità (DiSGGEA) dell’Università degli Studi di Padova