Collaborazioni

AICS

Associazione Italiana Cultura Sport è un’associazione senza scopo di lucro, che nasce nel 1962 a Roma come Ente nazionale di promozione sportiva. Da questo ambito, nel corso degli anni estende progressivamente il proprio raggio d’azione alla solidarietà, alla cultura, alle politiche sociali, al Terzo Settore, al turismo sociale, all’ambiente, all’attenzione verso gli emarginati ed i diversamente abili, alla protezione civile ed alla formazione. L’AICS, seguendo i principi ispiratori del Libro Bianco dell’Unione Europea, rivolge una particolare attenzione verso il diritto di tutti allo sport come strumento per il benessere psico-fisico, per la formazione della persona, per l’integrazione e le pari opportunità, per la tutela della salute, per la lotta contro il razzismo e la violenza e per promuovere lo sviluppo sostenibile.

Almanara

Lo scopo principale della Cooperativa Sociale Almanara è la centralità assoluta della persona e dell’ambiente rispetto a qualsiasi altra esigenza. I criteri cardine attorno ai quali ruota lo svolgimento delle attività sono il perseguimento della giustizia e dell’equità, il rispetto della legalità e della correttezza formale, la trasparenza nelle relazioni con il territorio, il lavoro in rete, la competitività basata sulla qualità e l’etica, fondato sul principio di sussidiarietà. I beneficiari accolti presso la cooperativa sono una quarantina, ospitati in sei strutture a Padova città, uomini e famiglie con minorenni.

Altre Strade

AltreStrade Società Cooperativa Sociale gestisce Centri di Accoglienza Straordinaria mediante micro-accoglienze per maschi adulti e per una famiglia, sia in provincia di Padova che in provincia di Vicenza. La mission di AltreStrade consiste nella progettazione ed erogazione di servizi rivolti alla salute ed al benessere della comunità secondo criteri di efficacia, professionalità del personale impiegato ed ottimale rapporto tra costi e benefici, per promuovere percorsi di crescita personale, resilienza e autonomia da parte degli utenti.

Amici dei Popoli

Amici dei Popoli Padova nasce nel 1983 come sede locale dell’ONG Amici dei Popoli di Bologna. Nel 2000 si costituisce come associazione autonoma iscrivendosi al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato. Oltre ad essere impegnata nel territorio veneto con percorsi educativi in ambito scolastico, dal 2000 svolge attività di facilitazione linguistica per minori stranieri e dal 2011 collabora nell’accoglienza dei migranti con corsi di lingua e cultura italiana e percorsi di integrazione delle donne straniere attraverso l’insegnamento della lingua, laboratori e la conoscenza del territorio. L’attività di Amici dei Popoli Padova si allarga anche alla cooperazione internazionale, sia attraverso la partecipazione a progetti promossi da altre ONG, sia attraverso lo studio, la pianificazione e il finanziamento di progetti seguiti direttamente.

ASGI

L’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione, nata nel 1990 dall’intenzione di condividere la normativa nascente in tema d’immigrazione da parte di un gruppo di avvocati, giuristi e studiosi ha, nel tempo, contribuito con suoi documenti all’elaborazione dei testi normativi statali e dell’Unione europea in materia di immigrazione, asilo e cittadinanza, promuovendo nel dibattito politico-parlamentare e nell’operato dei pubblici poteri la tutela dei diritti nei confronti degli stranieri.

ASGI è particolarmente attiva nel campo editoriale, nello studio, nell’analisi e nella divulgazione delle norme, della giurisprudenza e della prassi in materia di stranieri, diritto d’asilo e cittadinanza. Dal 1999 al 2016 è attiva con la pubblicazione della rivista “Diritto Immigrazione e Cittadinanza, promossa in collaborazione con Magistratura Democratica ed alcuni professori universitari. La rivista nacque come rivista cartacea edita dalla casa editrice Franco Angeli. Oggi le nuova modalità di comunicazione, l’immediatezza della rete e la possibilità di accesso aperto ad un pubblico di lettori molto più ampio di quello degli abbonati hanno indotto il Comitato di redazione della Rivista ad abbandonare il formato cartaceo per una nuova versione online che si avvale di un proprio sito internet realizzato con il contributo della Fondazione Carlo M. Verardi. Vi si accede direttamente e gratuitamente dal sito www.asgi.it

 

CGIL

CGIL di Padova offre i servizi di consulenza sulle norme di ingresso e permanenza degli immigrati in Italia ed assistenza nelle pratiche di rinnovo del permesso di soggiorno, carta di soggiorno, ricongiungimenti familiari, richiesta di cittadinanza italiana, regolarizzazione di familiari di cittadini italiani. Si fornisce inoltre assistenza per il test di italiano.

Gli uffici offrono inoltre informazioni e consulenze sulle problematiche inerenti l’essere cittadini stranieri in Italia.

Cinema Key

Cinema Key è una realtà di produzione indipendente con sede a Padova, che utilizza il cinema come mezzo espressivo in molteplici direzioni. Cortometraggi, documentari creativi, video interattivi, webdoc, installazioni multimediali e tanto altro ancora. Fondata da Marco Fantacuzzi, produttore, regista e montatore operativo nel Triveneto da oltre dodici anni, recentemente Cinema Key ha avuto un ruolo principale nella realizzazione di PELLE, rassegna di film e incontri per favorire l’integrazione tra le culture, progetto vincitore della prima edizione del bando MigrArti del Mibact e di ‘Black and White Veneto’, un progetto culturale realizzato in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Kinima, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente.

CiSL e Anolf Padova Rovigo

La Cisl di Padova Rovigo si occupa a livello confederale di tutte le tematiche relative all’inclusione e all’integrazione non solo legate alla condizione di migrante, ma anche a tutte quelle situazioni di disagio che portano all’isolamento e all’emarginazione della persona. Sulle tematiche dei Migranti la nostra Associazione Anolf Cisl di Padova Rovigo opera sulle due province, combattendo il razzismo e la xenofobia attraverso l’interazione tra gruppi sociali diversi, perseguendo la reciproca conoscenza, il rispetto e le opportunità per tutti in una società fondata sulla pacifica convivenza, quale stimolo ad un mondo più giusto e più rispettoso anche degli equilibri naturali.

I punti di forza dell’impegno dell’ANOLF sono l’uguaglianza nei diritti e nei doveri, quale espressione di un “civismo” maturo e indispensabile per l’intera società, che può trarre dalla risorsa immigrati una spinta a superare posizioni e comportamenti legati ad una cultura spesso provinciale e asociale. L’ANOLF attua, nell’ambito della propria vita associativa, un ampio ventaglio di interventi specifici: attività informativa diffusa, consulenza, assistenza, finalizzate alla promozione dei diritti degli immigrati; processi formativi per acquisizione di strumenti necessari per essere soggetti attivi di integrazione nel lavoro e nella società; azioni intese a favorire socializzazione ed associazionismo attivo tra gli immigrati, nel rispetto delle proprie origini etniche e culturali, ma senza chiusure; iniziative di recupero e salvaguardia del patrimonio culturale dei paesi di origine; iniziative politiche e sociali per l’acquisizione dell’effettivo soddisfacimento dei bisogni di vita degli immigrati; campagne di informazione, sensibilizzazione, incontri rivolti alla popolazione italiana; ricerche, studi, seminari, feste di incontro tra i popoli, promozione di progetti, anche in paternariato, riguardanti gli immigrati; rapporti e collaborazione in Italia ed in Europa con istituzioni, enti, organizzazioni politiche, sindacali e professionali, associazioni per affrontare il fenomeno migratorio nel contesto dello squilibrio Nord-Sud; pieno coinvolgimento delle strutture Cisl per tutto quanto concerne la tutela dei diritti degli immigrati legati al lavoro.

Città So.La.Re.

Città So.La.Re. è una Cooperativa Sociale di tipo B, nata nel 1997, che offre servizi di Inserimento Lavorativo a persone in stato di svantaggio, Accoglienza, Ospitalità turistica, Raccolta dei rifiuti e del vestiario usato, Assemblaggio di tipo meccanico ed elettromeccanico per conto terzi. Nel campo dell’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati gestiamo 10 strutture CAS nelle province di Padova e Venezia e 4 strutture afferenti allo SPRAR di Piove di Sacco.

Co.Ge.S - Progetto Airone

Il progetto Airone, gestito da Co.Ge.S Società Cooperativa Sociale Don Lorenzo Milani, è attivo nella città di Padova a partire da marzo 2015. Il progetto offre, su assegnazione da parte della Prefettura di Padova, accoglienza straordinaria ai richiedenti asilo presenti sul territorio cittadino. Le modalità con le quali l’equipe multidisciplinare del progetto Airone, composta da 4 membri, eroga tale servizio sono quelle dell’accoglienza diffusa e della presa in carico individuale.

L’accoglienza è strutturata ospitando 54 beneficiari in 10 appartamenti dislocati in diversi quartieri della città. I beneficiari vengono supportati dal perfezionamento della domanda di protezione internazionale fino all’esito dell’audizione presso la commissione territoriale. Durante questo periodo i beneficiari sono presi in carico da un operatore, che segue al massimo due abitazioni, nell’ottica di provvedere ad offrire orientamento sui principali servizi territoriali, organizzare e monitorare la frequenza dei corsi di italiano presso varie associazioni cittadine nonché presso i CPIA e stilare con il beneficiario un progetto di integrazione personale al fine di offrire una reale occasione per l’autodeterminazione delle soggettività migranti. Attraverso la centralità del rapporto umano che si costruisce tra l’operatore e il beneficiario si cerca di ricostruire il quadro delle competenze e abilità del beneficiario al fine di contribuire alla costruzione di percorsi di riconquista della propria autonomia nell’integrazione. Tale percorso è supportato dalla possibilità di intraprendere percorsi di tirocinio formativo presso aziende del territorio, anche grazie alla possibilità di promuovere formalmente tali percorsi grazie all’accreditamento di Co.Ge.S  tra gli enti di formazione regionali.

Cultura e Accoglienza

Il progetto Cultura e Accoglienza nasce in via sperimentale nel 2016 in collaborazione con il Centro Linguistico di Ateneo dell’Università di Padova. Ha la finalità di incentivare lo studio universitario per una trentina di rifugiati o richiedenti protezione internazionale qualificati come “studenti ospiti”, accolti all’interno di un percorso formativo personalizzato, ai quali viene rilasciato un badge identificativo che permette loro di accedere alle biblioteche, ai laboratori e alle aule studio dell’Università, di seguire i corsi di italiano e di accedere ad eventuali corsi singoli. L’iniziativa si basa su una formazione “one to one” e prevede l’affiancamento di dieci tutor didattici, il supporto organizzativo di due tutor di coordinamento ed il contributo di studenti volontari che si occupano soprattutto di favorire l’inclusione sociale dei richiedenti protezione internazionale sia in Ateneo che nel territorio della città di Padova. Qualora vi siano le condizioni minime necessarie (permanenza e requisiti d’ingresso) è prevista una fase successiva del progetto mirata all’accompagnamento per l’accesso a corsi di laurea con eventuali agevolazioni economiche da concordare con gli organi di governo.

Di.M.Mi

Il progetto Di.M.Mi. nasce nel 2012 grazie al sostegno della Regione Toscana con l’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sui temi della pace, della memoria e del dialogo interculturale, e di creare un fondo speciale dei diari migranti presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano. DiMMi si propone di: promuovere il dialogo tra cittadini di diverse origini attraverso la narrazione delle loro esperienze di vita; promuovere e rafforzare un fondo di raccolta e archiviazione dei diari di immigrati di prima e seconda generazione; promuovere la costruzione di una memoria collettiva che tenga conto delle diverse provenienze dei cittadini e delle cittadine.

Il Comitato Scientifico del progetto Di.M.Mi. è formato dai referenti delle seguenti organizzazioni: Archivio delle memorie migranti, Archivio diaristico Nazionale, Arci, Associazione Fratelli dell’Uomo, Casto, Centro di ricerca sull’emigrazione – Museo dell’Emigrante Università della Repubblica di San Marino, Circolo Gianni Bosio, Comitato 3 Ottobre, Comune di Pontassieve, Comune di San Giovanni Valdarno, Oxfam Italia Intercultura, Rete italiana di cultura popolare, Senegal Solidarietà, Unione dei Comuni della Valdera, Un Ponte Per…

Attualmente è in corso la terza edizione del concorso Di.M.Mi. – Diari Multimediali Migranti, riservato a racconti di vita inediti di uomini e donne di ogni età, di origine o provenienza straniera e che vivono o hanno vissuto in Italia e nella Repubblica di San Marino. Il concorso, giunto alla terza edizione, resterà aperto fino al 15 giugno 2018. Grazie alle prime due edizioni del concorso (2014 e 2017) sono stati raccolti e depositati presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano 136 racconti inediti trasmessi da autori provenienti da 32 diversi Paesi del mondo, distribuiti su quattro continenti.

 

Edeco

Cooperativa Sociale EDECO Onlus è una Cooperativa che si pone come obiettivi la promozione sociale e l’integrazione dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi (tipo A) e lo svolgimento di attività diverse finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate (tipo B). Fornisce accoglienza e assistenza a persone svantaggiate, cittadini appartenenti a categorie vulnerabili e cittadini extracomunitari richiedenti protezione internazionale. Gestisce, in affidamento da parte delle Prefetture di Padova, Venezia e Rovigo, 17 immobili destinati all’accoglienza diffusa, favorendo percorsi di inserimento attraverso attività educative e professionalizzanti che vanno dall’alfabetizzazione al tirocinio e al coinvolgimento, su base volontaria, dei migranti in attività di utilità sociale. In supporto al Progetto territoriale SPRAR “Progetto Rondine” del Comune di Padova, nel circuito Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati, garantiamo interventi di “accoglienza integrata” attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico, supportando i beneficiari con servizi di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento al territorio.

Equality

Equality  è una cooperativa sociale con sede a Padova, in Veneto. Dal 2008, il suo scopo principale è perseguire l’interesse generale della comunità per la promozione umana e l’integrazione sociale delle persone che vivono in situazione di disagio e grave emarginazione con particolare attenzione alle persone coinvolte nella prostituzione, vittime della tratta di esseri umani per sfruttamento sessuale o lavorativo, minori e giovani adulti in specifiche condizioni di vulnerabilità.

Equality si avvale di unità di contatto per coinvolte nel fenomeno della prostituzione di strada e offre servizi di prevenzione e promozione sanitaria a sex-worker e alle presunte o potenziali  vittime di tratta. Collabora con istituzioni pubbliche, giuridiche e servizi legali, forze dell’ordine, servizi sociali degli Enti Locali e una rete di organizzazioni private.

Inoltre, Equality gestisce servizi di accoglienza residenziale per minori non accompagnati, minori vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale e lavorativo, minori che provengono da percorsi penali e sono rinviati in custodia, e minori vulnerabili. L’obiettivo generale è sostenere programmi di inclusione sociale, educativa e lavorativa orientati all’autonomia individuale.

Parallelamente, l’Equality propone attività di sensibilizzazione con gli studenti delle scuole secondarie del Veneto.

Lunazzurra

Lunazzurra SCS (Società Cooperativa Sociale) è una cooperativa sociale plurima ed è stata costituita nel 2008 da un gruppo di professionisti con un’esperienza pregressa significativa nel mondo del terzo settore e dell’assistenza agli anziani nei diversi contesti di servizio: residenziale, semiresidenziale e domiciliare. A partire dal 2015, Lunazzurra ha ampliato le sue competenze grazie al progressivo apporto di nuove professionalità e valorizzando la rete di relazioni con altre realtà che ne condividevano la mission, attivando nuove attività per garantire una completa realizzazione della sua mission.  Nel settore Accoglienza ed Integrazione, Lunazzurra collabora con le Prefetture di Padova, Treviso, Pisa ed Empoli, ed offre servizi di accoglienza in favore di persone richiedenti protezione internazionale (RPI). Le nostre strutture accolgono gli ospiti in appartamenti da 5 fino ad un massimo di 13 persone, che rispondono ai criteri SPRAR e che sono orientati all’inserimento socio-economico degli ospiti

La nostra esperienza nasce non con le case ma con l’inserimento lavorativo. A seguito di quattro inserimenti in tirocinio lavorativo realizzati in agricoltura in collaborazione con lo SPRAR di Padova e l’Azienda Agricola Gobbo, di cui tre conclusisi con una assunzione a tempo indeterminato, Lunazzurra ha deciso di valorizzare la propria esperienza in inserimento e formazione lavorativa in agricoltura attivando anche dei percorsi di accoglienza, strettamente legato alle attività di agricoltura sociale del gruppo. Ad oggi, Lunazzurra occupa circa 200 addetti tra dipendenti soci-lavoratori e collaboratori.

 

Medici Senza Frontiere

Medici Senza Frontiere è un’organizzazione medico-umanitaria e lavora in contesti d’emergenza. E’  fondamentale l’impegno ad essere indipendenti, neutrali e imparziali. Questi principi hanno guidato ogni aspetto del suo lavoro – dall’assistenza medica e logistica agli aspetti finanziari e alla comunicazione – fin da quando MSF è stata fondata nel 1971. Nel 1999, MSF ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace.

Il Gruppo di Padova è nato nel 2003 e nel corso degli anni si è ampliato grazie alla partecipazione di numerosi volontari motivati ed entusiasti. Il Gruppo organizza eventi e partecipa a iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi, avvalendosi anche delle preziose testimonianze degli operatori umanitari. Da anni, il Gruppo è presente anche all’interno di manifestazioni coordinate dal Tavolo della Cooperazione del Comune, come la Festa dei Popoli a maggio e la Festa della Cooperazione tra settembre e ottobre. Spesso partecipa a iniziative di sensibilizzazione insieme ad altre associazioni e con altri attori dell’intervento umanitario e della cooperazione attivi nel settore specifico della salute. Inoltre, in questi anni, il Gruppo ha esteso le sue iniziative di sensibilizzazione, testimonianza e raccolta fondi anche ad altre province della Regione: Belluno, Treviso, Vicenza, Venezia, e vorrebbe continuare a muoversi in questo senso in futuro.

Orizzonti

Orizzonti Cooperativa Sociale nasce da un gruppo di Mediatori Interculturali, Facilitatori Linguistici e Psicologi, impegnati nell’ambito delle relazioni interculturali che si riconoscono in un progetto di promozione umana e di integrazione sociale centrato sulla persona, che tenga in massima considerazione l’interscambio tra culture. La Cooperativa ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità attraverso la gestione di servizi educativi, sociali e culturali orientati, in via prioritaria, ma non esclusiva, alla risposta ai bisogni di inserimento ed integrazione di adulti, famiglie, minori e giovani di nazionalità italiana e straniera, nonché di persone svantaggiate. Ha inoltre lo scopo di favorire la ri-definizione dell’identità culturale italiana, nonché promuovere l’interscambio tra culture “altre”; di porre costante attenzione alle trasformazioni culturali in atto, con l’obiettivo di facilitare il cambiamento; di coniugare i criteri dell’efficienza e dell’uso razionale delle risorse con atteggiamenti basati sulla solidarietà, l’ascolto, l’empatia.

Percorso Vita e Strada Facendo

Percorso Vita Onlus valorizza principalmente tre aspetti nel suo lavoro: l’accoglienza, l’inserimento lavorativo, lo spazio per la cittadinanza per una sensibilizzazione, formazione e possibilità di volontariato. L’obiettivo è di realizzare di una sorta di “villaggio della solidarietà” in cui è presente una realtà di accoglienza, una di inserimento lavorativo, e un luogo di formazione per volontari e operatori oltre che di sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza.

È un’azione di sistema che coinvolgendo più soggetti, riesce a dare una risposta significativa e organica alle necessità e povertà presenti nel territorio, riuscendo anche ad essere segno di testimonianza di una solidarietà possibile nei confronti dell’altro. Diventa cosi oltre che risposta ai drammi e alle povertà, anche una sorta di “palestra solidale” per la cittadinanza. Tra le attività realizzate da Percorso Vita: The last one, un bar-ristorante a Padova, dove unire qualità e solidarietà. Dulcis in Mundo, produzione di ottime confetture in modo naturale e artigianale. Strada Facendo, qualità e solidarietà per un ristorante straordinario e accogliente. Villaggio Solidale, una sorta di “villaggio della solidarietà” realizzato nella nostra terra per rispondere a un bisogno che spesso non viene visto né affrontato. Unità di Strada attraverso volontari e unità di strada, per essere vicino alle vittime costrette alla prostituzione coatta per condividere un po’ di tempo, per stringere una mano, ascoltare la loro storia, per offrire un’alternativa alla strada. Incontri tematici: sensibilizzare e incontrare persone ci permette di creare una sensibilità solidale, che affronta i problemi e i drammi sociali senza essere prevenuti, ma entrando dentro ai crocicchi della storia, per conoscere, capire, farsi prossimo.

Progetto Rondine

La legge 189/2002 ha istituito il “Sistema Sprar - Progetto Rondinedi protezione per richiedenti asilo e rifugiati” (SPRAR), che viene finanziato sul Fondo nazionale per le politiche e i servizi di asilo, al quale possono accedere gli Enti locali che prestano servizi finalizzati all’accoglienza dei richiedenti asilo e alla tutela dei rifugiati e degli stranieri destinatari di altre forme di protezione.

A decorrere dal 2006 il Comune di Padova fa parte dello SPRAR e partecipa alla rete nazionale dei servizi di accoglienza, d’integrazione e tutela in favore di richiedenti e titolari di protezione internazionale con il Progetto Rondine, co-finanziato sul Fondo nazionale.

Per la realizzazione del progetto è stato costituito un partenariato, finalizzato al coordinamento delle risorse territoriali operanti in tale ambito, a cui aderiscono i seguenti enti: cooperativa sociale Il Sestante Onlus, Co.Ge.S. Società cooperativa sociale, Associazione Popoli Insieme, Caritas diocesana, Cooperativa sociale orizzonti, Ciofs/FP Veneto, Pastorale dei Migranti della Diocesi di Padova, Consorzio Impresa Sociale, Delegazione regionale Veneto Vides (volontariato internazionale donne educazione sviluppo), Asgi Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, Azienda Ulss 16 di Padova.

(le informazioni complete sono consultabili sul sito ufficiale del Comune di Padova http://www.padovanet.it/)

Refugees Welcome Italia

Refugees Welcome Italia Onlus è un’organizzazione no-profit nata nel 2015 e parte del network internazionale omonimo nato in Germania nel 2014. La rete è attiva in 14 Paesi e promuove una nuova cultura dell’accoglienza basata sull’ospitalità domestica, quale forma migliore per facilitare l’inclusione sociale dei rifugiati. Ad aprile 2018, le persone accolte in famiglia nel mondo tramite Refugees Welcome sono 1151, di cui 90 in Italia. Costituita da un direttivo di 9 persone e da 21 tavoli di lavoro territoriali, la rete italiana è presente in 11 regioni: l’obiettivo condiviso è quello di favorire e accelerare i processi di integrazione e coesione sociale aiutando chi, una volta ottenuta una forma di protezione, si trova a dover lasciare il sistema di accoglienza, ma non ha ancora raggiunto una completa autonomia.

S.AR.HA

La cooperativa sociale S.AR.HA nasce negli anni ‘80 con lo scopo di promuovere la persona andando oltre  il mero assistenzialismo, creando quindi una rete di rapporti di confronto e collaborazione e realizzando inserimenti lavorativi di persone svantaggiate. La mission della Cooperativa si basa sulla mutualità, la solidarietà, il rispetto della persona e la democraticità interna ed esterna.

Dal 2015 la Cooperativa S.ar.ha inizia ad occuparsi di accoglienza, in particolar modo rivolta  ai richiedenti asilo e rifugiati. La Cooperativa ospita circa 150 migranti distribuiti in tre strutture tra la provincia di Padova e Venezia composti da minori, donne e uomini. La struttura di Padova che accoglie circa 80 richiedenti asilo, uomini adulti, si trova a Noventa Padovana.

All’interno del Centro di accoglienza si svolgono diverse attività: insegnamento lingua italiana, attività di volontariato presso associazioni del territorio e nella provincia in generale, lavori socialmente utili nel Comune di Noventa, Servizio Civile Nazionale, frequenza ai corsi presso l’Università di Padova, attività sportive competitive di vario tipo (calcio, basket, box), tirocini formativi presso aziende nel territorio di Padova e Venezia, etc.

 

Sestante, il

La Cooperativa Sociale Il Sestante nasce nel 1995 ed opera sul territorio padovano a favore delle persone in difficoltà. Realizza diversi servizi quali:

  • Accoglienza e Integrazione  per richiedenti asilo e protezione internazionale. Il servizio propone ospitalità in strutture di accoglienza diffusa. All’interno sono attivati percorsi individuali di inserimento sociale, lavorativo ed abitativo. Attualmente la cooperativa gestisce 10 accoglienze CAS – Centri di Accoglienza Straordinaria – e 5 accoglienze SPRAR;
  • Laboratorio di cittadinanza attiva per richiedenti asilo e protezione internazionale . Si pone l’obiettivo di promuovere l’empowerment dei partecipanti e favorire la loro inclusione affiancando a metodologie tradizionali l’uso di tecniche artistico-creative. Le lezioni di educazione civica si concentrano sulle caratteristiche fondamentali dello stato italiano, tra cui leggi, cultura e tradizione. Sono inoltre trattati temi che promuovono l’autonomia individuale dei migranti quali lavoro, sanità, alimentazione, informatica, e molto altro;
  • Orientamento e Servizi al Lavoro. Il servizio prevede percorsi di accompagnamento alla ricerca del lavoro, rivolti a persone appartenenti a fasce deboli (stranieri, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, nomadi, giovani under 30 e persone over 50, disabili). In collaborazione con la Camera di Commercio di Padova sono stati attivati degli “Sportelli over 50” ovvero percorsi di orientamento e accompagnamento alla ricerca del lavoro per cittadini disoccupati di età superiore ai 50 anni.

Tangram

L’Associazione Tangram è presente sul territorio della Provincia di Padova dal 18 giugno 2015, con tre strutture di accoglienza: a Monselice, una struttura recettiva per 25 persone; a Villa Estense, una villetta che dispone di 16 posti; a Pernumia, una struttura da 15 posti e due appartamenti per 6 e 6 persone. Oltre agli ospiti di sesso maschile, a partire dal 23/12/2016, l’Associazione ha aperto l’accoglienza anche alle donne.
A ciascun richiedente protezione internazionale viene fornito un servizio di orientamento generale sulle regole comportamentali da tenersi all’interno della struttura e nella società, nonché un servizio di informazione relativo alla normativa concernente l’immigrazione, i diritti, i doveri e le condizioni dello straniero, coadiuvato da materiale informativo multilingue. A tutti gli ospiti è fornito un servizio di orientamento al territorio, primo orientamento, assistenza e accompagnamento alla formalizzazione della richiesta di protezione internazionale, informazione ed assistenza nei rapporti con la Questura per l’inserimento nel sistema di protezione per richiedenti protezione internazionale, asilo e rifugiati.

Nell’ottica di un’accoglienza di qualità, tutti i richiedenti protezione internazionale, indipendentemente dal loro livello di alfabetizzazione e scolarizzazione, frequentano un corso di lingua italiana, calibrato in base alle loro esigenze, ai loro livelli di partenza e ai loro livelli di apprendimento. A tutti gli accolti, l’Associazione offre un servizio volto all’avviamento all’attività lavorativa, con moduli riguardanti la stesura del curriculum vitae, la conoscenza delle aziende sul territorio, il funzionamento dei centri per l’impiego, le forme contrattuali in Italia.

Unica Terra

L’Associazione di volontariato Unica Terra Onlus non ha scopo di lucro, è pluriconfessionale, non partitica, e, operando in favore di persone di origine straniera, si pone le seguenti finalità: favorisce il loro inserimento nella società; sensibilizza i cittadini e le istituzioni sui problemi relativi alle persone di origine straniera. Inoltre si attiva perché vengano favorite pari opportunità di vita, lavoro, ed assistenza sociale e sanitaria e di accrescimento culturale fra tutte le persone; favorisce la reciproca conoscenza nel rispetto delle differenze culturali, sociali e religiose e promuove iniziative e attività rivolte alle seconde generazioni.

Tra i servizi offerti da Unica Terra: il Punto di Ascolto, il doposcuola, i corsi di Lingua e Cultura Italiana con possibilità di acquisire la certificazione linguistica CELI dell’Università per Stranieri di Perugia; uno sportello di orientamento al lavoro attivo dal 2009; lo spazio di incontro, socializzazione e formazione Oasi Donne; il Centro Gaia, spazio di Salute e Ascolto Donne Immigrate, sportello medico e psicologico rivolto alle donne straniere, alle donne in maternità, alle mamme a ai loro bambini.
Infine, nel cuore di Unica Terra, due anni fa nasce l’idea di realizzare una “scuola di cucito” con l’attivazione di laboratori di formazione permanente attivi tutto l’anno che da una parte abbiano l’obiettivo di acquisire un saper fare spendibile in contesti produttivi qualificati e dall’altra siano uno spazio di valorizzazione, unione, coesione e condivisione per donne e uomini immigrati di varie nazionalità. Dopo due anni è stato creato un laboratorio artigianale stabile, il Laboratorio Agave. Le idee, gli stimoli e la creatività espressi nelle attività del Laboratorio sono interamente frutto dell’autonoma intuizione e fantasia delle persone che in esso lavorano.

Villaggio Globale, il

Il programma di accoglienza ed inclusione della Cooperativa Sociale Il Villaggio Globale  si basa su diverse iniziative formative: corso di cittadinanza attiva, che  mira alla conoscenza di diritti e doveri e alla sensibilizzazione al volontariato come forma di ringraziamento alla comunità ospitante; corso di conoscenza  delle malattie infettive contagiose, corso di educazione sessuale, di primo soccorso e di  informatica di base.

La Cooperativa ha attivato un progetto di Ciclofficina dove il beneficiario impara a riparare la sua bici e ad essere autonomo in caso di difficoltà in strada con la supervisione di un esperto volontario. Attivo anche l’angolo della sartoria  dove il beneficiario acquisisce la tecnica dell’uso delle macchine da cucire e di realizzare alcuni prodotti, attualmente si producono cuscini fatti con  tessuto di ricupero. C’è inoltre l’angolo del mosaico con un’artista che realizza insieme ai beneficiari dei quadri con disegni astratti e  con icone sacre. Infine l’attività teatrale della struttura prevede l’inclusione degli ospiti in commedie teatrali in  dialetto veneto.

Da anni ImmaginAfrica collabora con le Associazioni e le Cooperative presenti sul territorio padovano e in Veneto per organizzare eventi culturali, formativi e informativi e per ragionare insieme su progettualità che coinvolgano  la popolazione immigrata. Ci sembra fondamentale creare rete sul territorio e dare visibilità ai nostri collaboratori in questo elenco in costante aggiornamento. Siamo aperti alle vostre idee e alle vostre proposte di collaborazione, non esitate a contattarci.

Servizio Civile

ImmaginAfrica propone annualmente progetti di Servizio Civile nell’ambito della promozione del dialogo interculturale. Il progetto rientra nell’offerta di Servizio Civile dell’Università degli Studi di Padova e si svolge a Palazzo Maldura, sede del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari.